RASSEGNA STAMPA WEB
come e dove Petra diventa cibo

Contaminazioni di Pizza: a Pietrasanta 6 fra i migliori pizzaioli per beneficenza


Pizza&Peace, per la diffusione della pizza di qualità. Quattro pizzaioli toscani che hanno deciso di fare rete e costruire un progetto formativo intorno ad un mondo - quello della pizza - che negli ultimi anni sta vivendo un momento di crescita molto proficuo.

CLIC > Slideshow     DOPPIO CLIC > Zoom


Loro sono Paolo Pannacci dello Spela di Greve in Chianti (Firenze), Massimo Giovannini di Apogeo, Pietrasanta (Lucca), Graziano Monogrammi da La Divina Pizza di Firenze e Giovanni Santarpia dell’omonima pizzeria sempre a Firenze: qualche tempo fa hanno deciso di fondare Pizza&Peace, associazione no profit che mira alla collaborazione aperta fra colleghi e, al tempo stesso, esprime una sensibilità verso i meno fortunati, abbracciando cause di beneficenza e mettendo in piedi anche aste in maniera diretta.

Una di queste aste avverrà in occasione di Contaminazioni di Pizza, il primo format dell’associazione, che andrà in scena il 31 luglio nella pizzeria di Giovannini, a Pietrasanta, provincia di Lucca.

I protagonisti di Contaminazioni di Pizza

Naturalmente i primi pizzaioli a sperimentare il format saranno proprio loro, i fondatori dell’associazione e padroni di casa, che hanno invitato due giganti del settore come Renato Bosco (Saporè, Verona) e Franco Pepe (Pepe in Grani,Caserta).

Durante la serata, dopo l’apertura con l’antipasto di fritti, i grandi maestri della pizza italiana si alterneranno al forno:

i due ospiti prepareranno una pizza ciascuno ideata per l’occasione, mentre i padroni di casa si esibiranno in due pizze a otto mani.

Al termine della cena, un’asta di beneficenza con bottiglie offerte da Ferrari e Ruffino: il ricavato della serata sarà devoluto a Tutte giù per Terra, un’associazione creata da Francesca Martinengo allo scopo di raccogliere fondi per la ricerca sulle malattie rare e di informare su molte patologie ancora poco conosciute.

Il costo della serata è di 60 euro: sono solo 130 i commensali ammessi alla serata e la prenotazione è obbligatoria.


Francesca Fiore
fonte: http://www.gamberorosso.it/it/news/1045580-contaminazioni-di-pizza-a-pietrasanta-6-fra-i-migliori-pizzaioli-per-beneficenza


FUORI MAGAZINE
Iscriviti e ricevi per primo le novità.