L’avventura di Ambrogio 15 è iniziata nel 2016 da un’idea di tre amici. Giacomo Pizzigoni e Luca Salvi di Milano, e Andrea Burrone milanese di adozione, studiano insieme alla San Diego State University un Master in Business Administration. Si accorgono ben presto che l’idea di pizza gourmet è un concetto ancora estraneo al pubblico americano. Così, finiti gli studi decidono di aprire una pizzeria che punti tutto sulla qualità degli ingredienti e sul racconto autentico di cosa sia la pizza italiana oggi. Nasce Ambrogio 15, un locale che si ispira allo stile e allo spirito milanese.

Il menù offre un pizza tonda al piatto classica, preparata con impasto indiretto con biga ed un processo di 48 ore, disponibile anche in versione integrale. C’è poi la focaccia farcita che conquista i palati dei clienti con il suo impasto croccante e leggero. E per finire, c’è Nuvola, una focaccia cotta in padellino e poi farcita che risulta leggera e altamente digeribile, come suggerisce il nome stesso. Le farine utilizzate sono tutte Petra Molino Quaglia, Petra 1, 3, 5, 9, macinate a pietra e di primissima qualità, “le Ferrari delle farine”, come le definisce Andrea.    

Ambrogio 15 offre una nuova esperienza al cliente americano. I tre soci spiegano il prodotto e gli ingredienti che hanno portato a realizzarlo. Ma non solo, evidenziano le proprietà nutritive degli alimenti e suggeriscono gli abbinamenti migliori con i vini biodinamici importati dall’Italia.
 
Il format ha successo, e viene aperto un secondo locale nel quartiere di Little Italy. Ma i tre ragazzi non si fermano, e stanno già scegliendo la location perfetta per il loro terzo locale.

In cucina un altro giovanissimo, lo chef Daniele Piazza, che a soli 26 anni è già l’executive chef di Ambrogio 15. Le ricette arrivano direttamente dall’Italia, raccolte e perfezionate dallo chef Riccardo Scaioli, sotto la cui direzione si è formato Daniele.

La missione di Ambrogio 15 è quella di comunicare e raccontare un concetto di pizza nuovo al cliente Americano. I tre titolari vogliono scardinare l’idea americana che identifica la pizza come junk food, come alimento pesante, calorico e difficile da digerire. Ambrogio 15 presenta l’idea di pizza come fine dining, come alimento semplice, genuino e leggero. Ed i clienti apprezzano la differenza. L’accento è posto sulla sensibilizzazione del cliente verso il lavoro di ricerca e selezione delle materie prime che c’è dietro la produzione della pizza.

Un prodotto autentico e naturale, fatto con ingredienti  italiani e genuini, dalla burrata al prosciutto, fino alla farina. “Abbiamo fatto una scelta drastica per il nostro locale, in controtendenza rispetto alle aspettative che un cliente Americano può avere sulla cucina italiana”.

La pizza simbolo, riconosciuta come miglior pizza di San Diego dal San Diego Union Tribune è la crudo e burrata, servita con la burrata fresca ancora intera. Un’altra pizza molto amata è la Patate e speck DOP, con olio al tartufo.