La storia di Baghi’s nasce grazie alla passione di Fabio per i dolci, ma soprattutto per i lievitati. All’inizio, insieme all’amico Riccardo Gasparin, produce panettoni per la gastronomia di famiglia, finché un giorno i due amici decidono di far partecipare il loro panettone al Taste di Firenze, il quale viene selezionato subito. Così, nel settembre 2013, aprono il laboratorio e lo chiamano con il soprannome di Fabio: Baghi.

“Produciamo per negozi di gastronomia specializzata e per department store di lusso in Italia e all’estero” spiega Riccardo che segue la parte commerciale dell’attività.
“Seguiamo la tradizione, ma cerchiamo sempre l’innovazione. Volevamo valorizzare, dare un’immagine diversa al panettone (uno dei dolci più classici) e così è nato il panettone in vaso. Siamo molto severi nella ricerca degli ingredienti. I canditi li facciamo noi; utilizziamo solo farina macinata a pietra (Petra 1, 5 e 9); lievito madre o al massimo bicarbonato per i biscotti; le uova sono di gallina allevate a terra e le andiamo a prendere in un allevamento qui vicino a noi. Teniamo moltissimo agli ingredienti ed è questo che ci differenzia dagli altri. Siamo convinti che, lavorare come si faceva una volta, alla lunga sia una innovazione” racconta Riccardo.

Cookies, brownie, sbrisolona, tutti prodotti fatti con materie prime di qualità dove il sapore è quello vero grazie ad una giusta alchimia tra ingredienti sani e passione per questo lavoro.
Ultima idea di Baghi’s? I biscotti salati con tartufo o aceto balsamico o cipolla, pensati per una degustazione di vini o per un aperitivo.
I loro prodotti hanno vinto molti premi, tra cui a Londra il Great Taste Award.

“Nessun ingrediente segreto, nessuna nuova tecnologia, solo materie prime di qualità e tanta, tanta passione.”