Nei primi anni duemila Corrado Scaglione ha trasformato la trattoria di famiglia, nell'Enostaria Lipen che conosciamo oggi: Un ristorante, ma soprattutto una pizzeria dove esprime tutta la sua creatività. Il punto di partenza di un costante processo di ricerca, studio e sviluppo su materie prime e impasti è la pizza verace napoletana, cotta in forno a legna e preparata con i mgiliori ingredienti. 

L'evoluzione continua con diverse proposte di Pizze d'Autore, impossibili da modificare e massima espressione della fantasia di Corrado Scaglione, ora affiancato anche tra forno e impasti dal suo giovane "secondo" Luca Maggioni. Per esempio la Margherita (in 3D), servita a forma di trifoglio per affiancare tre diversi accostamenti di pomodoro e mozzarella fiordilatte da gustare in crescita: una degustazione guidata servita su piatto per apprezzare le differenti peculiarità dei Pomodorini del Piennolo, del Pomodoro tigrato e Giallo da serbo. 

Oppure la “Quater stracc”, evoluzione della classica quattro formaggi, divisa in quattro parti separate, ciascuna per proporre un formaggio locale differente (scimudin, zola stagionato, taleggio e formaggini di Montevecchia) e completata a fine cottura da un tocco di miele d’acacia.