Classe 1978, è un pizzaiolo che può oggi vantarsi di aver raggiunto il suo sogno di bambino, quando a 7 anni, impastava le pizze nel ristorante di famiglia, mettendosi in piedi su una cassetta dell’acqua. Nato a Lecco da famiglia di origini campane, è cresciuto a “pizza e latte”, accumulando esperienza nel settore (attraverso corsi e master di specializzazione) e premi in Italia e all’estero. Oggi gestisce tre ristoranti (a Merate, a Bonate Sopra e a Malgrate) oltre a seguire la consulenza per Triennale Social Pizza (a Milano).
La sua soddisfazione più grande, non sono stati premi ed onorificenze, ma l’aver insegnato a fare la pizza a ragazzi con il 100% delle disabilità, vedendoli ripetutamente tornare nel suo locale