Durante una cena con amici, con pizze e birre artigianali, a Jacopo Benozzi viene in mente, “quasi per scherzo”, il nome per la sua pizzeria creativa: “Malto e Farina”, due materie prime che si uniscono alla perfezione.
“Faccio questo lavoro da quando ho 14 anni”, dice Jacopo, “prima con pizzerie d’asporto fino a quando, 4 anni fa circa, è nata Malto e Farina Pizzeria Creativa, dove la gente può sedersi e gustare le mie pizze”.
Malto e Farina è un locale dallo stile shabby chic, dai colori tenui e dall’atmosfera accogliente, “tutto merito di mia moglie che ha più gusto di me in fatto di arredamento” sorride Jacopo.

Jacopo punta tutto sulla qualità delle materie prime seguendo la stagionalità  degli ingredienti. Crea un unico impasto di Petra® 3 e una parte Petra® 9, lievito madre rinfrescato quotidianamente, “perchè lo devi proteggere e questo fa la differenza”, e con un cornicione leggermente grosso “per sentire tutto il gusto della pasta”. Le pizze sono presentate già tagliate a spicchi e ogni fetta è farcita singolarmente.

Il menù propone pizze creative come ad esempio la pizza con fiori di zucca fritti in pastella, gamberoni alla piastra e maionese allo zafferano. “Sono tutti prodotti a km 0 che andiamo a prendere direttamente dal contadino”, spiega Jacopo, “quando abbiamo aperto Malto e Farina, abbiamo fatto molta fatica a far capire alla clientela la nostra filosofia del prodotto buono e genuino perchè non c’era tutta questa attenzione del mangiar sano che c’è oggi”.

Con le mani in pasta dal mattino alla sera, Jacopo è un vero e proprio artigiano della pizza, in continua ricerca della novità. “Con questo mestiere non sei mai statico”, spiega Jacopo, “ti metti sempre alla prova sperimentando gli abbinamenti di prodotti nuovi e spiegando al cliente che tutto ciò che proponi lo fai per il suo beneficio”.

Malto e Farina Pizzeria Creativa: “liberi di esprimere la propria creatività”.