MiTo è una filosofia, un concetto, non è solo un locale. Nasce dal pensiero di Guy Caldera, francese ma di origini italiane, di dare un’immagine moderna dell’Italia all’estero, aprendo locali con design contemporaneo e ricercato e prodotti esclusivamente di realtà artigianali italiane.

“Un giorno, stufo di non trovare pizzerie buone a Bruxelles”, spiega Guy, “ho deciso di avviare, prima a Bruxelles e poi a Strasburgo, il mio concetto di mangiar bene”. Così prende vita MiTo, nome ispirato al cocktail Milano Torino, a Bruxelles, Strasburgo, Parigi e con la volontà di aprirne altri in Belgio e in Francia. “Non sono un ristoratore classico”, racconta Guy, “sono laureato in giurisprudenza e ho sempre lavorato nel marketing. Il mondo della ristorazione ha due difetti: o i posti non sono curati abbastanza o sono rivolti più alla sostanza che alla qualità. Un ristorante non deve intimorire chi entra perchè magari è troppo chic. I miei locali sono ricercati, si certo perchè anche l’occhio vuole la sua parte, ma sono intimi per far sentire le persone a loro agio”.

MiTo è una ventata di freschezza e innovazione a partire dal menù. Pizze gourmet originali, dal sapore tradizionale e allo stesso tempo contemporaneo, preparate con attenzione e passione dagli artigiani del gusto. Tutti i prodotti provengono dall’Italia, da presidi Slow Food, bio o dop. “Utilizziamo solo ingredienti italiani di altissimo livello, seleziono personalmente il meglio delle regioni italiane”. Anche il personale è completamente italiano, “è una bella esperienza per i giovani venire a lavorare in uno dei locali MiTo. Cerco ragazzi con la voglia di mettersi in gioco dando a loro spazio e crescita professionale”, dice Guy.

MiTo: una realtà in continua espansione, dove assaporare e vivere il vero gusto italiano.