Fabio Longhin è cresciuto all’interno della pasticceria di famiglia, nata nel 1974 e dedicata da suo padre alla moglie Chiara.
Dopo un percorso scolastico completamente diverso, Fabio decide di intraprendere le orme del padre. “Ho sempre amato l’alchimia che c’è nel combinare le materie prime” racconta Fabio “e la creatività che ogni giorno accompagna questo lavoro”.

Fabio è anche mastro cioccolatiere e le sue creazioni sono opere d’arte, a partire dalle uova di Pasqua alla Jackson Pollock o al mondo di personaggi grotteschi ispirati al suo maestro cioccolatiere spagnolo Raoul Bernard.
Fabio dedica al suo paese “i Sassi di Olgiate” e nel 2005 si classifica secondo al Grand Prix della Pasticceria a Lussemburgo dove porta un dolce dedicato a Gabriele D’Annunzio e al Sangue Morlacco: il M.A.S., una mousse al cioccolato fondente con all’interno un cremoso di cioccolato al latte e amarasche.

Fabio, inoltre, impegna una bella parte del suo lavoro al sociale essendo all’interno dell’Associazione Pasticcieri per la Vita della provincia di Varese. “L’associazione da supporto al territorio e sostegno con raccolte fondi” spiega Fabio “ogni anno, verso l’8 di dicembre, presentiamo l’evento il Signor Panettone dove promuoviamo il panettone artigianale”.

L’artigianalità, l’attenzione particolare riservata agli ingredienti di base caratterizzano la qualità dei prodotti della Pasticceria Chiara.