La Pasticceria Fiorentini nasce nel 1962 quando Franco, insieme al fratello Italo, decide di rilevare un’attività già esistente.
In laboratorio Franco si occupa della pasticceria mentre Italo ha una grande esperienza da fornaio.
Grazie a loro la pasticceria diventa sinonimo di tradizione, territorio, di ricette piene di gusto e inconfondibili. Crema zabaione, bignè, torrone, certosino, favette dei morti, sono solo alcune delle prelibatezze che propongono.

Nel 1969 si trasferiscono in Corso Mazzini al civico 173, poiché il laboratorio era diventato troppo piccolo per le loro esigenze.
Purtroppo Italo viene a mancare, così franco viene subito aiutato da tutta la famiglia e in particolare da suo figlio Marco.

Nel 2001 Marco prende in mano la gestione dell’attività insieme al cugino Davide, alla sorella Rita e alla moglie Stefania.
“Ho iniziato a rinnovare completamente l’immagine del locale e tutta la squadra che mi accompagna” spiega Marco. “Ho sempre lavorato in laboratorio; amo la pasta sfoglia, anche salata, e mi dedico, oltre al laboratorio, anche alla gestione dell’azienda, cercando sempre di motivare i miei ragazzi”.
Marco è aiutato da Tullia Scalini responsabile di produzione, in laboratorio Livia Pop si occupa dei lievitati, Federica Caffini torte per cerimonie, Giovanni Fortino, giovanissimo, si prende cura dei mignon.
“Il nostro obiettivo” dice Marco “è di continuare con la tradizione, proponendo anche cose nuove, ma cercando sempre di mantenere le nostre radici. Siamo famosi ormai da 60 anni per il nostro zabaione nella millefoglie, nei bignè e nelle torte al pan di spagna. Ogni giorno miglioriamo sempre di più la nostra produzione per soddisfare i palati più curiosi e gli sguardi più selettivi”.

Prerogativa imprescindibile della Pasticceria Fiorentini è stupirci grazie al connubio Tradizione e Innovazione.