“La pasticceria è un’arte. La passione per quest’arte si nutre anche grazie al mio passato. Musica e pasticceria sono la mia vita”.
Francesca Bonazza inizia così il racconto della nascita della sua pasticceria Le Note. Ex pianista, dopo un corso in Cast Alimenti a Brescia, Francesca decide di mettersi in gioco aprendo il 1 maggio 2011 la sua attività.
“La mia famiglia aveva un bed & breakfast e io aiutavo facendo dolci per le colazioni. Mi sono iscritta al corso di pasticceria e da li mi sono sempre più appassionata. Di questo mestiere amo la creatività, che si basa soprattutto su una preparazione tecnica e specifica”.

Situata nel cuore della città di Trento, vicino a Piazza Duomo, Le Note offre, oltre ai dolci tipici trentini, una vasta gamma di prodotti che varia a seconda della stagionalità e anche dei consigli dei clienti. Torte da cerimonia, coloratissimi mignon, pralineria, croissant con lievito madre, panettoni, colombe, buffet salati e tagliatelle fatte in casa.
“I primi dolci che ho preparato” racconta Francesca “erano tutte torte di un vecchissimo libro di ricette trentine. Tra cui lo strudel di mia nonna Nanni, la sua ricetta la uso tuttora in pasticceria”.

Francesca coniuga professionalità e competenza all’alta qualità delle materie prime. “La ricerca degli ingredienti è fondamentale, ingredienti legati al territorio per dare al cliente un prodotto di qualità. Il dolce non è un bene primario, lo mangi perché è un momento di piacere ed è brutto rovinare questo istante con qualcosa di cattivo. I prodotti devono essere ottimi così da regalare un’emozione”.
Passione, accoglienza e convivialità contraddistinguono Francesca e la sua pasticceria Le Note.