L’apertura della nuova pasticceria è solo il capitolo più recente della Pasticceria Zizzola. Una storia iniziata alla fine dell’Ottocento grazie alla passione e intraprendenza del bisnonno Francesco Zizzola. 

Poi continuata da nonno Antonio che nel 1922 fa conoscere la bontà e la qualità della pasticceria al Re Vittorio Emanuele III, che lo premia, in occasione dell'esposizione internazionale di Roma, con una medaglia d'oro. 

La tradizione continua nel tempo attraverso il padre, Angelo, che apprende i segreti e i profumi dell'arte pasticcera, specializzandosi in particolar modo nell'impiego del lievito naturale.

E oggi è il momento di Federico, Anna e Stefano Zizzola, quest’ultimo maestro pasticcere AMPI, per esprimere al meglio tutta l’esperienza raccolta negli anni di arte dolciaria. 

"La storia della nostra famiglia profuma da sempre della delicata fragranza della vaniglia e del pane appena sfornato. La passione, che da sempre ci accompagna in ciò che facciamo, unito al valore dell'esperienza che continua a crescere di generazione in generazione, è la nostra eredità."

Le ricette di famiglia si sono evolute, nuove creazioni sono state introdotte, le tecniche migliorate, gli stili sempre più perfezionati. Identico è rimasto l'amore per questo mestiere. 

"Oggi, il ricordo di quei tempi rivive in noi. Oggi la passione e la tradizione trasmesse da nostro padre si riflettono nelle nostre creazioni.
Oggi siamo fieri di scrivere un'altra pagina di questa lunga e felice storia, la nostra storia, il nostro sogno, che continua ancora giorno dopo giorno."