La storia della Pizzeria La Fenice inizia a Minori, una piccola città in provincia di Salerno. "Siamo partiti da lì e siamo arrivati a Belluno con la voglia di portare la tradizione della Costiera Amalfitana tra le montagne venete", spiega Angelo Di Lieto, "Volevamo trasmettere il nostro amore per la cucina, ricordando i luoghi da cui siamo partiti. Poco dopo il nostro arrivo, abbiamo scoperto, in Via Cavour, una delle vie principali della città, un locale ormai dismesso, la “Pizzeria da Gigino”. Nata nel 1975, era la creazione di Luigi Fusco, il primo pizzaiolo agerolese arrivato in città. Il primo ad aver aperto una pizzeria nel cuore di Belluno. Il primo ad aver portato un po’ della nostra Costiera, tra le montagne. Il locale era distrutto. Richiedeva moltissimi lavori e molto tempo. Non sapevamo se valesse la pena intraprendere una ristrutturazione, ma una parte di noi non voleva lasciarlo andare, desideravamo preservare la nostra tradizione. Così abbiamo deciso di mettere noi stessi in questo ristorante, rinnovando gli spazi e dando luce al locale. Le pareti sono diventate finestre in cui far entrare il calore di questa città che, da subito, ci ha accolti. Arrivato il momento di scegliere il nome, non avevamo dubbi: La Fenice, in grado di risorgere dalle sue stesse ceneri, splendendo di luce nuova."

La Fenice nasce nel 2007 nel cuore della città, dalla passione di Angelo di Lieto e la moglie Erika. Una cucina semplice e ricca di gusto. Dalla pizza, frutto di anni di studio e ricerca da parte di Angelo, alla cucina, dove i profumi del mediterraneo sono protagonisti.
La  NUVOLA è la loro alternativa alla pizza classica: “Questa pizza è buonissima, sembra proprio una nuvola!” Fu il commento di anni fa di un nostro cliente dopo aver assaggiato per la prima volta la nostra pizza, allora è nata lei, la nostra Nuvola." Un impasto messo a punto da Angelo, che parte da una base di farina biologica italiana, con aggiunta di riso, avena, orzo e segale. L’impastamento avviene con il 90% di acqua, lievito di birra e una lievitazione che va dalle 24 alle 36 ore. In questo modo l’impasto risulta morbido all’interno e croccante all’esterno, profumato e altamente digeribile.
Le  pizze proposte sono diverse e ricche di gusto. Le scelte variano dalla pizza classica alle pizze fritte o ripiene, ottenute da un impasto a lunga lievitazione, a base di prefermento e farine selezionate.
La costante ricerca dell’armonia tra sapori e materie prime di qualità fa sì che, nel menù, siano presenti ingredienti di stagione e materie prime del territorio, tra cui alcuni presidi Slow Food, D.O.P., e I.G.P.