Dopo una giornata in spiaggia a Elwood Beach, camminando per Ormond Road alla ricerca di un posticino dove cenare, si viene attirati dall’insegna rossa di Zanini Pizzeria e Cucina italiana. Un piccolo locale con 55 posti a sedere, dallo stile rustico, con mattoni rossi alle pareti ed un clima familiare. 
Maurizio Speranza rileva la pizzeria Zanini nel 2002 e dopo 10 anni, nel maggio 2012, lo affianca nella gestione Gabriele Rossi.
“Quando sono entrato a far parte della pizzeria i clienti erano abituati male, ci chiedevano abbinamenti improponibili, come il ketchup di base sulla pizza, così io e Maurizio abbiamo iniziato un percorso complicato: educare il cliente al buon cibo e alla qualità” esordisce Gabriele. “È stato un lungo viaggio, ma che ora ci sta dando i suoi frutti e siamo contenti di averlo intrapreso.”

Il menù di Zanini propone i classici piatti italiani della tradizione: carbonara, amatriciana, ragù, alla Norma, piatti semplici ma impiattati con uno stile originale e la pizza dallo stile napoletano, con cornicione alto, cotta nel forno a legna fatto arrivare dall’Italia, così come il macchinario per il gelato, rigorosamente italiano.
“Abbiamo in menù 18 pizze, più 2 tipologie di calzone. Le 2 pizze più vendute sono la Diavola, soppressata piccante con olive e bufala, e la Bufalotta, base margherita con crudo San Daniele, bufala, pomodorini e basilico” spiega Gabriele. “All’inizio usavamo la Petra® 1, poi la Special. Nel momento in cui il business è cresciuto sono andato a studiare le varie farine del Molino Quaglia per trovare quella che faceva al caso nostro, 48 ore di lievitazione a temperatura ambiente, così mi sono fatto importare un banale di Unica ed ora usiamo quella”.

Gabriele è da 7 anni che vive in Australia e “non ci volevo neanche venire. Ho un diploma psicopedagogico ma la prospettiva di lavoro in Italia non c’era, così ho intrapreso questo lavoro, come cameriere e in cucina, in Italia e all’estero, Stati Uniti, Russia, Europa, poi con mia moglie abbiamo deciso di trasferirci in Australia” racconta Gabriele. “Del mio lavoro amo la pressione del servizio, perché tu lo sai che se non ti dai da fare, se non sei pronto, poi non ce la fai ad andare avanti, e , soprattutto amo il contatto con i clienti. Quando la gente del posto esce per cena e decide di mangiare italiano, vuole tutta l’esperienza italiana, dal “buonasera” quando entra nel locale, allo staff tutto italiano. E anche gli italiani che vivono qui vengono da noi per sentirsi a casa. A Melbourne ci sono più di 6000 ristoranti, ma quelli che vanno avanti sono quelli che ricercano la qualità e l’eccellenza dei prodotti”.
3 anni fa Gabriele ha proposto una serata speciale: “Pizza Night”, il martedì sera tutte le pizze a 12 dollari. “Inizialmente sembrava un gioco, ora è un massacro” ride Gabriele “abbiamo creato la scusa per uscire al martedì e facciamo dai 200 ai 300 coperti sola alla sera, è l’appuntamento del martedì”.

Zanini Pizzeria un viaggio nei sapori autentici italiani.