Tra le pendici settentrionali dei Monti Peloritani e la costa tirrenica sorge Venetico Superiore. Un piccolissimo paese nel messinese che conta poco più di tremila abitanti, una Chiesa dedicata a San Nicola, un castello medioevale, una fontana del 500 e una piazzetta che il sabato sera si riempie di persone che vanno ad assaggiare le pizze di Da Clara.
Da Clara è diventata il fenomeno di Venetico, una pizzeria a conduzione familiare, premiata con 2 Spicchi dal Gambero Rosso.
Tonino Russo, insieme al fratello Sergio, ha preso in mano la gestione del locale dei suoceri. In cucina lei, Clara, moglie di Tonino, il quale coordina la sala, mentre Sergio è il maestro pizzaiolo. Provengono da una famiglia di panificatori e quindi sono sempre stati a contatto con farine e impasti.
La pizza di Sergio è una “Verace Elettrica”, marchio ideato e registrato da lui stesso. Una pizza dallo stile napoletano verace rivisitato con ingredienti siciliani. “Il nostro criterio di stagionalità è molto semplice… andiamo a selezionare le migliori materie prime che la terra ci regala ogni giorno.“
Impasti con Petra 1 e Petra 9, 20-24 ore di fermentazione e 36 di maturazione per pizze cotte in circa 1 minuto e ultimate in uscita.
“Ho ventotto anni e ho voglia di impegnarmi e di emergere. Mi piacerebbe rivoluzionare questo piccolo borghetto”, afferma Sergio Russo. Sergio che tiene la testa bassa e il cuore in alto. Sergio che, in un paesino di poche anime, riesce a creare la fila fuori dal suo locale. Sergio, convinto che la vera eccellenza sia l’uomo. “L’uomo può tutto. Se solo ogni ristoratore pensasse ai commensali come ai propri figli, ci sarebbero più qualità e precisione.“