Da Castellamare di Stabia a Firenze: Giovanni Santarpia ha portato nella città toscana colori e sapori della tradizione gastronomica napoletana. La pizza è la prima grande protagonista, interpretata a modo suo e espressione del percorso seguito in questi anni, dove ha cercato di raccogliere ogni spunto e ogni consiglio per migliorare il suo prodotto.

Massima attenzione alla scelta delle materie prime, impasto lavorato sapientemente per dare gusto e leggerezza ad ogni assaggio, lievitazione di 48 ore e cottura al forno abile e attenta: sono queste le caratteristiche delle sue creazioni, racchiusa in una lista di pizze fisse ridottissima che predilige qualità alla quantità (spesso completata da una proposta fuori menu con prodotti di stagione, ispirata e suggerita dalla fantasia dello stesso Giovanni). Sono utilizzate farine scelte, i pomodori arrivano dal Vesuvio, la mozzarelle e le burrate dai migliori caseifici della Campania. Dalla cucina arancini, crocchette, frittatine di pasta, e freselle: tipicità rimaste delle prime esperienze lavorative di Giovanni in forni e gastronomie.