Ad un passo dal porto di Palermo e dal centro storico, all’interno di un palazzo dei primi del 900, sorge Tondo pizzeria. Un locale rustico-moderno, con archi e colonne in pietra, un tempo deposito di prodotti siciliani che venivano esportati in terre straniere.

Tre amici, con alle spalle esperienze nel settore della ristorazione, nel 2014 decidono di aprire Tondo e di puntare su prodotti tipici siciliani.
“Abbiamo creato un ambiente caldo ed accogliente”, spiega Alfredo Borghi, uno dei tre soci, “abbiamo mantenuto lo stile rustico del palazzo e aggiunto elementi moderni, innovativi. Amo interfacciarmi con i clienti, con gli amici che ci vengono a trovare”.

Alfredo è riuscito a coniugare la tradizione siciliana con quella partenopea proponendo la classica pizza napoletana, cotta in forno a legna, e dal cornicione importante, alveolato, friabile e morbido.
“Ciò che ci distingue è il tipo di impasto, un blend di farina Petra del Molino Quaglia, semola di Altamura, lievito di birra, 50% di idratazione e 48 ore di lievitazione. Ricerchiamo soprattutto la qualità degli ingredienti, preferibilmente made in Sicilia e cerchiamo di seguire la stagionalità delle materie prime”, parola di Alfredo.